Wine Family

FULVIA TOMBOLINI

Mio nonno si salvò a Caporetto, così poi mio padre portò il marchio in giro per il mondo.

La Voce del Vino Podcast
Wine Family - FULVIA TOMBOLINI

Una famiglia avventurosa, nel vino dal 1921: il nonno scampato alla disfatta di Caporetto, il padre al bombardamento di Ancona nella Seconda Guerra Mondiale.
«Mio nonno Sante riuscì e esportare vino già nel '42 nei Balcani, poi mio padre estese il mercato internazionale negli anni '50, dagli Usa all'Australia, riuscendo a farsi distribire anche da Bacardi», racconta Fulvia Tombolini. «Sono figlia e nipote di due grandi imprenditori coraggiosi, rappresento ormai la terza generazione: dall'età di un anno e mezzo ho conosciuto tutti i Vinitaly e le fiere del mondo. Mamma ci portava a visitare i musei. Abbiamo imparato tantissimo».

Fulvia Tombolini con al madre Fiora

Fulvia Tombolini con al madre Fiora

Giovanni Tombolini, etichetta Castelfiora 1972

Giovanni Tombolini, etichetta Castelfiora 1972