Wine Philosophy

AGRICOLA BRANDINI

Il primo Barolo al mondo con un tappo non di sughero ma di canna da zucchero.

La Voce del Vino Podcast
Wine Philosophy - AGRICOLA BRANDINI

Niente chimica, pulizia anche in cantina, fermentazioni spontanee. E' la filosofia biologica dell'Agricola Brandini, aderente al gruppo “Vino Libero”.
«La scelta del bio non è stata facile all'inizio, nel 2007, ma siamo contenti: vogliamo vini puliti, buoni da bere e che facciano anche bene», dice Serena Bagnasco: «Vogliamo lasciare il terreno migliore di come l'abbiamo trovato».
Da quest'anno anche sovesci nell'interfilare, leguminose piantate per apportare azoto, fertilizzante naturale. Solo rame e zolfo, niente diserbanti. In cantina solo lieviti autoctoni, presenti sulle bucce dell'uva, e solfiti ridotti quasi a zero: «Non vogliamo snaturare il prodotto vendemmiato», che invecchia in botti grandi di rovere di Slavonia.
E dal Barolo classico 2011, una nuova scommessa: «Il nostro è il primo Barolo al mondo tappato con turaccioli non di sughero, ma di canna da zucchero biologica: è il Select Bio, prodotto dalla Nomacorc. Offre la stessa micro-ossigenazione del sughero, garantisce 10-15 anni di invecchiamento per i nostri Baroli delicati. E soprattutto, non c'è più il rischio che la bottiglia sappia di tappo!».

Brandini_08