Wine Tales

SERAFINI & VIDOTTO

Leggono “Phigaia” e pensano a chissà cosa, ma l’etichetta è dedicata a Fibonacci.

La Voce del Vino Podcast
Wine Tales - SERAFINI & VIDOTTO

Tantissimi riconoscimenti, dalla Recantina incoronata dalla Guida Veronelli al Pinot Nero premiato da Daniele Cernilli, dopo 18 anni consecutivi di “Tre Bicchieri”.
«Per uno che fa vino a Nervesa della Battaglia vi assicuro che è tanta roba», dice Francesco Serafini, che cita divertito l'immancabile equivoco innescato da una delle sue etichette, il “Phigaia”: «Credono che il nome alluda a chissà cosa, invece è la somma di Gaia, la Terra, e di Phi, la perfezione della natura individuata da Fibonacci, sui cui criteri costruttivi – la sezione aurea – si basa l'intera disposizione della nostra cantina, pensata per creare un'armonia perfetta».

Francesco Serafini

Francesco Serafini