Il vino che amo

CRISTINA DONA’ E SAVERIO LANZA

Lo Zinfandel di Jack London e quella bottiglia stappata con Bollani.

La Voce del Vino Podcast
Il vino che amo - CRISTINA DONA' E SAVERIO LANZA

Cristina Donà, Targa Tenco 2015 per “Il senso delle cose”, parla del suo rapporto col vino insieme a Saverio Lanza, musicista e co-autore del brano.
«Bevo volentieri ma meno di un tempo, di vino me ne basta poco ma me lo godo di più».
Una passione tutta speciale per lo Zinfandel della California: «L'ho scoperto nella tenuta dell'ultimo discendente di Jack London, che l'aveva importato dall'Italia. Sono stata laggiù in pellegrinaggio con mio marito, Davide Sapienza, che è un traduttore di London».
Protesta Saverio Lanza: «Io sul vino sarei più autarchico! I californiani hanno rubato il nostro sapere, e poi gli americani hanno già tutto!».
A parte lo Zinfandel, la cantante apprezza la Franciacorta e predilige i vini fruttati, Santa Cristina o Cannonau, mentre il chiarrista – toscano – sta tornando al Chianti, dopo aver frequentato Syrah e Nero d'Avola.
«Il vino – dice Saverio – è direttamente proporzionale al grado di civiltà e cultura di un popolo, e sviluppa un rapporto veramente unico col territorio. Per questo mi fa piacere che quest'anno noi italiani siamo diventati i produttori più importanti del mondo, superando i francesi (che fanno meno vini, e peggiori, anche se li sanno vendere)».
Vino e ispirazione artistica? «Non come nel caso di Piero Ciampi», scherza Saverio, che però cita una memorabile bottiglia aperta a Tirano, tanti anni fa, prima di un concerto con Stefano Bollani. «Aprire una bottiglia crea sempre un terreno favorevole per la chitarra o per una canzone. E poi il nostro vino, anche quand'è quello delle grandi produzioni come Corsini e Frescobaldi, mantiene sempre un rapporto eccezionale col territorio, nel segno per rispetto per la terra e per tutti gli aspetti della filiera».
E poi c'è la storia (misteriosa) su una bottiglia di Dom Perignon sepolta nella sabbia, come nel film Fandango, destinata ad essere reisumata solo al 50esimo compleanno.

Conduce Daniele Lucca

Dona_Lanza_840x600