Benvenuti in Cantina

COLLINA SERRAGRILLI

Barbaresco da vigne vecchie, un bel brindisi con i Pink Floyd e George Best.

La Voce del Vino Podcast
Benvenuti in Cantina - COLLINA SERRAGRILLI

Una storia familiare, inaugurata nel 1890 da Alessandro Lequio sulle alture di Neive, patria del Barbaresco.
Rinomati cru come Serragrilli e Starderi, a partire dai dieci ettari vitati attorno alla cantina, per anni diretta da “nonno Sandro”, nipote del fondatore, e dalle sue tre figlie.
Una di loro, Rosanna, 16 anni fa ha sposato Piernicola Bruno, proveniente da Monforte (zona Barolo), che oggi è il brillante direttore commerciale di un'azienda da oltre centomila bottiglie all'anno, con vocazione per i mercati emergenti, dal Brasile alla Cina.
«Venendo da Monforte, credevo che Neive fosse una sorta di “downgrade”», scherza Piernicola. «Qui invece ho scoperto che il Barbaresco è il mio vino preferito».
Non solo: ha anche avuto l'onore di offrirlo a Nick Mason, il batterista dei Pink Floyd, dopo aver imbottigliato una “limited etidion” per un autentico mito del calcio, George Best, che scelse proprio Collina Serragrilli per avere «un suo vino personale, firmato».
Oggi, Serragrilli torna all'antico: lavorazioni naturali e meno barrique, meglio il tonneaux e la botte grande.
«Lavoriamo con vitigni autoctoni per realizzare vini “verticali”, con una tipicità che va preservata. Costa impegno, ma ne vale la pena. E alla fine paga».

Piernicola Bruno

Piernicola Bruno


Collina Serragrilli
Via Serragrilli 30
12052 Neive CN
info@serragrilli.it
www.serragrilli.it