Wine Family

CASCINA LA BARBATELLA

Domenico in vigna, Claudio in cantina: con Lorenzo, un team affiatato.

La Voce del Vino Podcast
Wine Family - CASCINA LA BARBATELLA

Gallerista milanese, negli anni '80 Angelo Sonvico fu “iniziato” da Giacomo Bologna all'arte della Barbera per i rinfreschi dei vernissage: al che, il partron di casa Braida aiutò Sonvico ad aprire La Barbatella a Nizza Monferrato, avvalendosi da subito di un enologo prestigioso come Giuliano Noè, senza dimenticare il contributo «spirituale e filosofico» di Tullio Mussa, di Slow Food, altro artefice dell'attuale affermazione del Nizza Docg.
L'attuale proprietario dell'azienda, Lorenzo Perego, altro milanese, sa di avere acquisito un'eredità importante: quella degli anni ruggenti di Sonvico, in cui si introduceva la Francia tra i colli monferrini, dal Cabernet per i blend si stile transalpino all'adozione delle barriques.
Lorenzo è arrivato a Nizza nel 2010, con la famiglia, «come turista del vino». Abbracciando con passione la grande storia della Barbatella. «Oggi Lorenzo ha imparato a fare il vino e ci dà un bell'aiuto», dice Domenico Pera, da 25 anni responsabile dei vigneti dell'azienda.
Il “delfino” di Giuliano Noè, l'enologo Claudio Dacasto, è impegnato nella cantina della Barbatella del 2007, e dopo 5 anni il maestro ha ceduto il testimone all'allievo: «Dal 2011 seguo la produzione direttamente».
Un team, una “famiglia”: «Tra noi c'è complicità», aggiunge Domenico: «Ci rispettiamo e lavoriamo per ottenere il massimo, per arrivare in paradiso».

Angelo Sonvico con Giuliano Noè

Angelo Sonvico con Giuliano Noè