Wine Family

DANIELE COUTANDIN

Daniele: sogno di vivere così, da “poeta delle vigne”, come già i miei.

La Voce del Vino Podcast
Wine Family - COUTANDIN

Il padre aggiustatore meccanico, la madre funzionaria della Comunità Montana, il figlio operatore socio-assistenziale.
«Poi, appena in pensione, a metà degli anni '90 papà ha scelto di provare a imparare a coltivare vigneti», racconta Daniele Coutandin. «Obiettivo: riuscire a riprodurre il vino decantato da Richelieu, che per procurarselo inviava i suoi emissari fino in val Chisone».
Punto di svolta, l'incontro con Gianni Fabrizio del Gambero Rosso, che disse: «Avete profumi straordinariamente integri, vedo grandi potenzialità».
Da allora, miglioramenti costanti: dalla scelta dei vitigni più rustici al tipo di conduzione, naturale e adatta al clima.
Dal 2008, Daniele è impegnato a tempo pieno.
Bei risultati: «Devo dire di no a tanti importatori stranieri, perché non ho abbastanza vino per tutti».
Un sogno? «Qui non si diventa ricchi, il massimo è riuscire a continuare a vivere così, nella natura. Cercando magari di diventare un “poeta delle vigne”, come lo sono stati i miei».

Giuliano Coutandin con la moglie Laura

Giuliano Coutandin con la moglie Laura