Wine Family

LA GIRONDA

Ieri producevano macchinari enologici, oggi “suonano” armonia da bere.

La Voce del Vino Podcast
Wine Family - LA GIRONDA

La Gironda è sorta nel 2000, nell'anno di nascita della sottozona Nizza della Barbera d'Alba.
Prende il nome dalla ghironda, lo strumento musicale medievale: «Se ti limiti a suonarlo in rotazione è monotono, ma se sai toccare i tasti giusti puoi ricavare un'ottima armonia: la stessa che ottieni dalla Barbera, che ha una spiccata acidità ma può essere trasformata in un vino piacevolissimo, a patto di lavorarla bene in vigna e in cantina».
Susana Galandrino deve molto al padre, che aveva un'azienda di meccanica enologica a Canelli: «Mi ha fornito supporto e attrezzature, un sostegno fondamentale: grazie a lui siamo nati e oggi abbiamo le nostre soddisfazioni».
Non senza autoironia: «Chiamammo “La Gena” la nostra prima etichetta, perché avevamo “gena” (pudore, imbarazzo) nel metterci anche noi a produrre vino, quando per decenni l'azienda di famiglia aveva venduto macchinari enologici ai produttori della zona».
Chiusa la fabbrica, i Galandrino sono “tornati a casa”: «Abbiamo scelto Nizza per stare nel cuore dell'eccellenza della Barbera d'Asti ma anche per tornare sulle colline da cui proveniva la famiglia di mio padre, originario di Vaglio. Del resto, il babbo ha sempre avuto il suo vigneto personale a Calamandrana Alta, dove abbiamo installato nuove vigne e dove oltretutto oggi risiediamo».

Gironda_02_840x600

Susanna Galandrino con Alberto