Wine Gallery

CANTINA MOSPARONE

Un super-Sauvignon tra grandi rossi (Nebbiolo, Freisa e Barbera, aspettando il Pinot Nero).

La Voce del Vino Podcast
Wine Gallery - CANTINA MOSPARONE

Nebbiolo di altissima qualità, alle porte di Torino: è l'“Albugnano Doc”, profumato di frutti rossi, che la Cantina Mosparone produce sulle colline tra Pino d'Asti e Castelnuovo Don Bosco.
Struttura e complessità crescono ulteriormente nello strepitoso “Albugnano Superiore”, affinato 24 mesi in legno grande e altri 12 in bottiglia.
Altro fondamentale vino di territorio, la Freisa d'Asti, parente stretto del Nebbiolo ma con tannini decisamente più marcati: Mosparone interpreta questo vitigno nell'etichetta “Freisa d'Asti Superiore Doc”, frutto di vigne vecchie di 50 anni. Anche la Freisa evolve per due anni in tonneaux di rovere francese, per poi affinare un altro anno in bottiglia, procedura che consente al vino di raggiungere una grande morbidezza, mantenendo inalterati corpo e bouquet.
Sempre tra i rossi non manca un altro vitigno caratteristico del terroir, la Barbera d'Asti, proposta in due versioni, “Barbera d'Asti Doc”, più fresca e giovane, e “Barbera d'Asti Superiore Doc”, un rosso che esprime grande personalità dopo 2-3 anni in riposo in bottiglia; dotato di grande struttura, questa Barbera ha una capacità di invecchiamento di almeno 10 anni.
Sorprendente, poi, l'unico bianco finora proposto dall'azienda, con l'etichetta “Piemonte Doc Sauvignon”: un vino notevolissimo e suadente, con profumi esplosivi ed equilibrio perfetto.
Per ora, chiude la gamma della Cantina Mosparone il vino chinato “Na Frisa”, ottenuto con Freisa invecchiata ed estratti di china calissaja, rabarbaro, genziana e arancio amaro.
Ma la produzione, oggi attestata sulle 22-24.000 bottiglie, crescerà presto grazie ai nuovi vigneti di Pinot Nero.

Mosparone_06_840x600