Wine Gallery

CASCINA LA GHERSA

Anche Timorasso e Croatina, ma soprattutto grandissime Barbere d’Asti.

La Voce del Vino Podcast
Wine Gallery - CASCINA LA GHERSA

Nella gamma di Cascina La Ghersa anche il Cortese nell'etichetta “Il Poggio”, un Gavi Docg intenso e minerale, nonché il Moscato di Canelli “Giorgia” (Moscato d'Asti Docg).
Dal Tortonese provengono il Timorasso “Sivoy”, che resta sulle fecce nobili per 12 mesi più altri 10 in bottiglia, e il superbo Timorasso “Timian”, elegante e avvolgente, con note minerali di idrocarburo, che fermenta in acciaio anche per 30 giorni e affina in Inox per 22 mesi, prima di affrontare altri 8-10 mesi in bottiglia.
Quindi il “Piagè” rosè, 100% Barbera, un rosato intenso, fresco e fruttato, e un blend, il “Rosso La Ghersa”, fatto con Barbera, Merlot e Cabernet Sauvignon (un Monferrato Doc che fermenta in rovere e poi affina in legno piccolo per 18 mesi).
Solo Barbera invece nel “Piagè Rosso”, armonico e corposo, cui il passaggio in cemento dona eleganza e finezza.
A seguire, una grande selezione di Barbere d'Asti Superiori, in ben 5 etichette: la “Camparò”, tannica e vellutata, affina 12 mesi in diversi legni, dalla barrique alla botte grande; resta solo in botti piccole (ma per 18 mesi) la Barbera “Le Cave”, fruttata e persistente, mentre staziona in barrique oltre 20 mesi l'imponente “Vignassa”, fermentata in rovere anche 18 giorni: una grande Barbera Superiore, in cui emergono profondità e concentrazione, mora, ciliegia, cuoio e tabacco.
Differente la vinifiazione della Barbera Superiore “Muaschae”, composta al 30% da uve appassite per 3-4 mesi, come per l'Amarone; fermentazione anche di 60 giorni, cui seguono 20 mesi in legno e altri 12 in bottiglia.
Infine, la notevolissima Croatina “Smentià”, balsamica e speziata, proveniente dai Colli Tortonesi, e il Grignolino d'Asti “Spineira”, caldo e voluminoso, che matura 12 mesi in barriques di terzo e quarto passaggio, più un altro anno in bottiglia.

Ghersa_02_840x600