Wine Gallery

CROTIN 1897

Bussanello, e poi Freisa, Grignolino, Barbera: quando vince il vino di territorio.

La Voce del Vino Podcast
Wine Gallery - CROTIN 1897

Si chiama Bussanello, è ed un rarissimo vitigno ottenuto dall'incrocio tra Riesling Italico e Furmint. Il Crotin è l'unica azienda a produrre in purezza questo bianco di struttura, macerato a freddo sulle bucce, nato da terreni ricchi di sabbie marine e commercializzato con l'etichetta “Plisun”.
Tra i tanti autoctoni dell'azienda, invece, il Grignolino “San Patelu”, fermentato in acciaio; ottenuto da uve di Viarigi, è un vino che esalta le tipicità del vitigno e si distingue in particolare per il colore rosso-bruno.
Immancabile naturalmente l'altro vitigno tradizionale dell'area, la Barbera: proviene da vigneti di Maretto la Barbera d'Asti Docg “La Martina”, affinata per ben 18 mesi in acciaio.
E, dulcis in fundo, il Freisa: dalle colline di Monale provengono le uve dell'“Aris”, un Freisa d'Asti Doc lavorato in acciaio e affinato per 12 mesi.
Sempre da vigne vecchie di Freisa sarà prodotta una selezione speciale, affinata in tonneaux; un gran rosso, di notevole struttura.
E, nella gamma del Crotin, il Freisa è presente anche come spumante, nell'etichetta “Freisé”: un rosato sapido e fresco, di gradevolissima beva.

Crotin_02_840x600