Wine Gallery

FRANCO MONDO

“Di.Vino”, Cortese, Chardonnay, ma soprattutto grandissime Barbere.

La Voce del Vino Podcast
Wine Gallery - FRANCO MONDO

Non solo Barbera, dalle colline in primissimo piano per il crescente prestigio di un super-rosso piemontese come il “Nizza Docg”.
Oltre a un autoctono fine ed elegante come il Moscato di Canelli proposto con l'etichetta “Moscato d'Asti” (anche Passito, ma solo nelle annate migliori), tra i bianchi di Franco Mondo figura un “Cortese dell'Alto Monferrato” prodotto da vigne del 1982 a San Marzano Oliveto: delicato e persistente, con sentori di frutta fresca, è un bianco asciutto e gradevole, armonico, con retrogusto leggermente amarognolo.
Al Cortese si aggiungono la Favorita e lo Chardonnay nel “Di.Vino”, un Monferrato Bianco Doc da vendemmia tardiva prodotto con crio-macerazione, in legno e poi in acciaio. Un gran bianco, sapido e fruttato, con note vanigliate complesse ed eleganti.
Quindi i rossi di Franco Mondo, a cominciare dal “Trevigne”, un Dolcetto del Monferrato dal bouquet fruttato, con profumi di violetta e mora; armonico e vellutato, di buon corpo, deve alla finezza dei tannini la sua propensione alla longevità.

L'etichetta “Di.Vino” è presente anche in rosso, sempre sotto la Doc “Monferrato”, per un assemblaggio in cui – accanto a un 30% di Cabernet Sauvignon, compare il vitigno principe dell'azienda, la Barbera; prodotto con uve surmature, questo blend fermenta per 15 giorni sulle bucce e poi evolve per un anno in legno. Intenso il bouquet di frutta appassita e confettura di frutti rossi; in bocca è intenso, consistente e morbido.
Struttura e freschezza coesistono nella “Barbera d’Asti Docg”: un rosso pieno e armonico, con profumo floreale che si evolve in etereo con l'invecchiamento.
Dai vigneti più vecchi dell'azienda provengono le uve del “Salice”, una Barbera d'Asti Superiore, da uve accuratamente selezionate; fermentazione lunga – anche 15 giorni – quindi l'affinamento, 6 mesi in legno e altri 6 in bottiglia. Una Barbera molto intensa e persistente, vinosa e fruttata, calda, con sfumature di sottobosco.
Profondità e struttura si accrescono ulteriormente nel superbo “Nizza Docg” di Franco Mondo, etichetta “Le Rose”, affinato per almeno 18 mesi in rovere francese. Una super-Barbera, con sentori di spezie, rosa e vaniglia; piena, austera e ricca, di estrema morbidezza.
Dalle vinacce di Franco Mondo, infine, anche due grappe monovitigno invecchiate 2 anni, Moscato e Barbera “Vigna delle Rose”, affidate entrambe alla prestigiosa distilleria Berta di Mombaruzzo.

Mondo_03_840x600