Wine Gallery

LA GIRONDA

Barbera e Nizza Docg, ma anche Brachetto, Nebbiolo, Moscato, Sauvignon.

La Voce del Vino Podcast
Wine Gallery - LA GIRONDA

Nella gamma della Gironda, ricavata da 8 ettari e mezzo tra Nizza Monferrato e Calamandrana Alta, ci sono anche importanti bianchi, come il “Piemonte Sauvignon L'Aquilone”. Fruttato, sapido e persistente, questo Savignon è il frutto di una produzione limitatissima, appena 2.000 bottiglie.
Non manca un bianco di territorio come il “Moscato d'Asti Docg”, aromatico e floreale, cui si affianca un rosso come il “Brachetto d'Acqui Docg”, dal caratteristico aroma muschiato, con sentori di rosa.
Sempre tra i rossi, che rappresentano il cuore della produzione, sotto la Doc “Monferrato Rosso” l'azienda propone l'eccellente “Soul”, 100% Nebbiolo, e l'uvaggio “Chiesavecchia”, prodotto con uve Nebbiolo, Barbera e Cabernet, tutte provenienti dall'omonimo cru di Calamandrana Alta.
Poi, ovviamente, il vitigno principe dell'area: la Barbera.
Oltre alla “Pantalera”, una Barbera frizzante del Monferrato, briosa di frutta fresca e di facile beva, l'azienda presenta la sua Barbera d'Asti “La Lippa”, fruttata e intensa: un vino che in bocca è estremamente asciutto, sapido e beverino, di buona armonia.
Quindi “La Gena”, la prima etichetta prodotta nel 2000 dalla Gironda: una Barbera d'Asti ottenuta da vigne vecchie, che evolve solo in acciaio ma poi affronta un lungo affinamento in bottiglia. Un vino pieno e corposo, di grande equilibrio e armonia, dotato di struttura e persistenza.
Qualità che poi esplodono, letteralmente, nell'eccellenza assoluta del Nizza Docg “Le Nicchie”, affinato in legno: una Barbera superba, con note di vaniglia, caffè e frutta rossa. In bocca è piena, calda, con sentori di liquirizia e mandorla che emergono nel lunghissimo finale. Un grande rosso, strutturato e persistente, capace di sorprendenti evoluzioni.

Gironda_03_840