Wine Gallery

PAOLO AVEZZA

Il meglio della Barbera d’Alba e super-spumanti (Alta Langa e Rosè da Nebbiolo).

La Voce del Vino Podcast
Wine Gallery - PAOLO AVEZZA

Tra le espressioni squisitamente territoriali dell'area vinicola di Canelli, dove l'azienda di Paolo Avezza coltiva Barbera, Nebbiolo, Dolcetto e Moscato accanto a Pinot Nero e Chardonnay, occupa un posto rilevante proprio la Barbera, prodotta da terreni calcarei e sabbiosi e proposta in due diverse etichette.
Dalla “Barbera d'Asti Docg”, un rosso molto piacevole e facile da bere nonostante la buona struttura, si passa allo strepitoso Nizza Docg “Sotto La Muda”, ricavato da uve Barbera accuratamente selezionate: il passaggio in piccole botti di rovere garantisce la produzione di un vino-capolavoro, morbido e strutturato, in cui esplodono intensità e profumi, equilibrio e armonia.
Importanti i risultati di Paolo Avezza anche tra le bollicine.
Terreni leggeri, con limo e sabbia che affiorano dal calcare, forniscono il particolarissimo corredo aromatico del Moscato di Canelli Docg, prodotto con l'etichetta “La Commenda”.
Quindi i brut metodo classico, 36 mesi sui lieviti: la struttura e il vigore del Pinot Nero si uniscono alla piacevolezza e ai profumi dello Chardonnay nello spumante “Alta Langa Docg”, un metodo tradizionale particolarmente elegante e persistente.
Il perlage è finissimo e continuo anche nell'altro metodo classico di Paolo Avezza, il “Rosè Spumante Brut”, a base Nebbiolo, lasciato a contatto con le bucce per arricchirne profumi e colore.

Avezza_04_840x600