Wine Land

CASCINA VAL DEL PRETE

Mario Roagna: il mio Roero è davvero unico, ogni collina ha un sapore diverso.

La Voce del Vino Podcast
Wine Land - CASCINA VAL DEL PRETE

Nove ettari vitati nell'anfiteatro naturale della Cascina Val del Prete di Priocca, nell'ultimo lembo della provincia di Cuneo, tra Castellinaldo e la marca astigiana.
Siamo sulla riva sinistra del Tanaro, di fronte alle Langhe Orientali: «Qui nell'Est del Roero i terreni sono molto diversi da quelli di Canale e di Vezza», spiega Mario Roagna: «Da noi il suolo è molto sabbioso, simile a quello di Barbaresco».
Le esposizioni a nord ovviamente sono destinate all'Arneis, mentre Nebbiolo e Barbera occupano i versanti rivolti a sud e sud-est.
«Amo molto il Pinot Nero», confessa Mario, «ma su queste terre non mi sento di piantarlo: credo sia giusto continuare a puntare tutto sui nostri vitigni autoctoni».
Una scelta che si sta rivelando premiante: il Roero è partito in svantaggio rispetto alle vicine Langhe ma sta recuperando terreno, i suoi vini sono cresciuti molto e anche il turismo internazionale è in costante aumento, anno dopo anno.
Conquista il paesaggio collinare, fatto anche di boschi e pascoli, grano e mais, frutteti, coltivazioni di nocciolo. E naturalmente, vigneti: «I nostri vini sono davvero unici», sottolinea Mario Roagna, tra i pionieri della viticoltura di qualità. «E il bello del Roero è che ogni collina offre sfumature diverse, nel vino».
Il futuro? E' assicurato dai giovani: «Dietro di noi sta crescendo una generazione di ragazzi appassionati».

val_del_prete_02_840x600