Wine Land

COLLINA SERRAGRILLI

Vigne vecchie, il segreto del super-Barbaresco sui colli di Neive.

La Voce del Vino Podcast
Wine Land - COLLINA SERRAGRILLI

«Venendo da Monforte, terra di Barolo, temevo che il trasferimento a Neive fosse una sorta di “downgrade”: e invece oggi so che il Barbaresco è il mio vino preferito, meno austero, con tannini più morbidi, adatto a vari abbinamenti. Insomma: Barbaresco tutta la vita!».
Parola di Piernicola Bruno, manager di Collina Serragrilli, cantina sulla vetta dell'omonima collina tra Neive e Castagnole Lanze, Langhe Orientali.
A parte 4 ettari in affitto, Serragrilli è circondata da 10 ettari di proprietà, in ottima esposizione: i “sorì” destinati al Nebbiolo da Barbaresco, e poi i vigneti di altre varietà importantissime come la Barbera, «il vino che ci ha aperto le porte dell'export: qui la Barbera è meno potente di quelle dell'area del Barolo o del Monferrato, ma ha un'eleganza unica».
Merito anche dell'anagrafe delle vigne di Serragrilli: «Molte sono vigne decisamente vetuste, la produzione magari è esigua ma la qualità è superiore, le radici penetrano in profondità fra gli strati di argilla e calcare, dando origine a vini importanti, di grande struttura e complessità».

Serragrilli_03_840