Wine Land

FRANCO MONDO

Tufo e calcare, il terroir perfetto per vini longevi e di altissima qualità.

La Voce del Vino Podcast
Wine Land - FRANCO MONDO

Tredici ettari, sulle colline che collegano Canelli a Nizza Monferrato, patria dell'ultima denominazione nata in Piemonte, il Nizza Docg.
«Siamo a San Marzano Oliveto, al centro dell'area di produzione del Nizza: una Barbera importante per complessità, struttura, longevità e vocazione all'affinamento, sia in legno che in bottiglia», conferma Valerio Mondo.
Dire Nizza è dire territorio: non più sottozona d'eccellenza della Barbera d'Asti, ma area vinicola ormai autonoma, divenuta sinonimo di un grande vino, come nel caso di Barolo e Barbaresco. «E' un risultato molto importante: conferma che anche sul nostro territorio si possono fare grandi cose».
L'azienda Franco Mondo coltiva anche altre varietà tradizionali, incluso il Moscato di Canelli, ma la Barbera occupa il 70% dei terreni vitati. «Il nostro è un suolo ideale, calcareo e tufaceo, estremamente ricco e capace di restare umido, in profondità, anche in annate siccitose», spiega Valerio. «Sono terreni che non danno grandi quantità di uva, ma in compenso garantiscono un'elevata qualità: esattamente quello che cerchiamo noi».

Mondo_04_840