Wine Market

CASCINA FONTANA

Export al 95%. Ed etichette sobrie, «perché col vino non si scherza».

La Voce del Vino Podcast
Wine Market - CASCINA FONTANA

Stati Uniti e Asia, poi l'Europa: Danimarca, Olanda, Belgio, Svizzera.
E' quasi interamente estero il mercato di Cascina Fontana, con l'export che assorbe il 95% della produzione, anche se in Italia sta crescendo la presenza dell'azienda grazie a positive collaborazioni con ristoranti ed enoteche, locali sempre più interessati a ricercare prodotti particolari, di alta qualità.
Determinante, comunque, la rete commerciale internazionale, consolidata negli anni, costituita da distributori di fiducia: «Grazie a loro, abbiamo la fortuna di poterci concentrare sul lavoro in vigna e in cantina, lasciando che i nostri vini vengano presentati da operatori che li conoscono bene e li sanno valorizzare appieno», spiega Mario Fontana, che insiste sull'importanza di etichette classiche, estremamente sobrie, prive di nomi di fantasia: «Fare il vino è una cosa seria, e il nome più importante – su un'etichetta – è quello del produttore. Non servono diciture, bollini e certificazioni: la garanzia della qualità assoluta te la deve dare il produttore, e l'insieme delle etichette deve riflettere lo stile del suo vino».

Fontana_05_840x600