Wine Market

CASCINA GARITINA

Spiegare il vero valore del vino, o vinceranno le bottiglie da 1,49 euro.

La Voce del Vino Podcast
Wine Market - CASCINA GARITINA

«Inutile stupirsi se al supermercato ci sono vini da 1,49 euro, e se il consumatore medio trova cara una bottiglia da 3 euro ma non batte ciglio davanti al formaggio industriale che costa 11 euro al chilo. Le multinazionali comunicano benissimo tramite la televisione, noi dobbiamo vincere questa battaglia con le nostre armi, cioè la storia della nostra qualità, perché se i vignaioli non sopravviveranno si spopoleranno le colline».
Gianluca Morino – 180.000 bottiglie all'anno, vendute per il 75% all'estero, anche via e-commerce – sa benissimo perché fuori Italia il mercato è migliore: «In una enoteca di Brooklyn ho presentato un mio vino a una ragazzina di 22 anni: conosceva già il vigneto, l'aveva visto in un video su YouTube. Lei ha 200 vini al bicchiere e li conosce tutti. Noi in Italia questa professionalità ce la sognamo. Significa essere partner di un'azienda, aiutarti a pianificare il lavoro, remunerarti il giusto».
Per Morino, sarà il business a salvare il vino: vuol dire garanzie, competitività, investimenti. «Vale anche per l'Italia: chi sopravviverà alla crisi imiterà gli stranieri».
E' vero, è una corsa ad handicap: «Solo il 3% dei consumatori sa esattamente cosa sta bevendo». C'è un enorme gap di comunicazione da recuperare.
Ma, per fortuna, ci sono anche i social media: «Il mio miglior importatore a New York l'ho conosciuto su Twitter, poi l'ho incontrato solo dopo 6-7 mesi, a Vinitaly. Finalmente ha potuto assaggiare il vino, e gli è piciuto. Ma intanto avevamo già imparato a conoscerci, eravamo diventati amici».

Garitina_04_840x600