Wine Market

CASCINA VAL DEL PRETE

Super-export, dagli Usa alla Francia: «Il guaio dei nostri vini è che finiscono!».

La Voce del Vino Podcast
Wine Market - CASCINA VAL DEL PRETE

«Non penso proprio che in California o in Sudafrica riescano a fare vini come i nostri: quindi dobbiamo insistere nel proporre la nostra tipicità, che oltretutto è fondata sull'estrema biodiversità dei terroir: i profumi della mia terra a Priocca sono diversissimi da quelli di altre eccellenze del Roero, come i vigneti del colle Mompissano di Canale».
Mario Roagna, ovvero: la “fede” nella varietà del Roero, eccellenza ormai riconosciuta a livello internazionale.
Cascina Val del Prete produce in media 55.000 bottiglie all'anno, in gran parte destinate all'export: innanzitutto gli Usa, poi anche Svizzera, Germania, Svezia, Finlandia, Danimarca e Giappone.
«Da un paio d'anni siamo presenti anche in Francia, con nostra grande soddisfazione».
Più in ombra invece l'Italia: «Beninteso, possiamo permetterci di selezionare enoteche e ristoranti, ma quello nazionale resta un mercato di nicchia».
Del resto, ammette il giovane Giovanni Roagna, è l'azienda stessa ad aver finora investito in termini di marketing soprattutto sull'estero, anche se ultimamente il grande turismo delle Langhe sta coinvolgendo progressivamente il Roero.
«Ma non lamentiamoci: restiamo una piccola azienda. E il “problema” dei nostri vini è che... finiscono!».

Giovanni Roagna

Giovanni Roagna