Wine Market

DANIELE COUTANDIN

Dagli Usa a Parigi, purché resti qualche bottiglia anche sul territorio.

La Voce del Vino Podcast
Wine Market - COUTANDIN

«Da solo, il mercato americano potrebbe assorbire il 100% della nostra piccola produzione, che può arrivare al massimo alle 2.500 bottiglie», dice Daniele Coutandin.
La famiglia ha visto aumentare la visibilità e l'apprezzamento del suo prodotto dopo l'adesione al network “VinNatur”, che certifica l'assenza di residui chimici.
«Noi comunque resistiamo, vogliamo poter continuare a servire anche i ristoranti e le enoteche della zona e della provincia, perché aiuta l'economia locale: non promuoviamo solo il nostro nome e il nostro vino, vogliamo promuovere soprattutto il nostro territorio alpino, invitando i visitatori a scoprirne la bellezza».
Peraltro, Daniele Coutandin non vende solo in Piemonte e negli States: le sue bottiglie raggiungono gli scaffali danesi, spagnoli, giapponesi. E non solo: «Con nostra enorme sorpresa, abbiamo scoperto di essere richiesti e apprezzati anche in Francia, a Parigi».

coutandin_05_840x600