Wine Market

PIO CESARE

Benvenuto: “God bless America”, negli Usa super-intenditori (e ottimi bevitori).

La Voce del Vino Podcast
Wine Market - PIO CESARE

«God bless America, è il caso di dire: siamo felici del fatto che gli Stati Uniti siano il nostro primo mercato», dice Cesare Benvenuto, che almeno una volta al mese fa capolino negli States ad “accompagnare” il prodotto.
«Beninteso: niente in contrario a vendere il vino nella nostra bella Italia, ma è l'estero che ci vuole: l'export rappresenta quasi l'80% della produzione di Pio Cesare, siamo presenti in oltre 50 paesi e proprio gli Usa sono, da sempre, la nostra prima piazza: non a caso, è così per la maggior parte dei produttori di Barolo e di vini di qualità».
Grandi soddisfazioni: «Sì, i clienti americani sono grandi conoscitori e anche grandi bevitori – perché, non dimentichiamolo, il vino non va solo conosciuto, va anche bevuto!».
Pio Cesare va forte da decenni anche in Canada, Brasile ed Europa, in particolare in mercati ormai fidelizzati come Germania, Svizzera, Gran Bretagna.
Poi ci sono i paesi emergenti, soprattutto in Asia: dal Giappone alla Cina, da Taiwan a Hong Kong.
«Diciamo che abbiamo un ego molto grosso», scherza Cesare Benvenuto: «Vogliamo che i nostri vini siano presenti nelle liste dei migliori ristoranti e hotel di tutto il mondo. E' la nostra missione, e spero non sia una mission impossible!».

Pio_Cesare_05_840x600