Wine Philosophy

FRANCO MONDO

Cure meticolose fin dal vigneto, per ottenere vini da lungo affinamento.

La Voce del Vino Podcast
Wine Philosophy - FRANCO MONDO

«La massima qualità la si ottiene partendo dal vigneto».
Ne è assolutamente convinto Valerio Mondo, che non usa fitofarmaci invadenti, né pesticidi o veleni, ma solo «rame, zolfo e poco più».
Accuratissimo il lavoro di selezione tra i filari, a cominciare dalla sfemminellatura primaverile per eliminare i grappoli meno promettenti. Seguono diversi diradamenti estivi e, per finire, un'ultima selezione al momento della vendemmia. «E' fondamentale per ottenere vini longevi, capaci di affrontare lunghi affinamenti».
Altro dettaglio: «Spremitura immediata, per preservare la sanità del frutto appena raccolto a mano, in cassette».
Le uve dei bianchi affrontano una fermentazione in vasche d'acciaio a temperatura controllata per estrarre i profumi, mentre i rossi fermentano nel cemento, che garantisce una temperatura costante.
Macerazioni lunghe anche 20 giorni per il Nizza, per un'ottimale estrazione di colore, struttura e profumi dalle bucce.
I rossi giovani affinano in acciaio mentre la Barbera Superiore riposa in legno, il Nizza per almeno 18 mesi. «Anni fa usavamo la barrique, ora invece quasi solo tonneux da 500 litri, che garantiscono risultati più interessanti».

Mondo_06_840x600