Wine Tales

CASCINA LA BARBATELLA

Oggi Domenico “parla” alle vigne a cui Angelo Sonvico faceva ascoltare Chopin.

La Voce del Vino Podcast
Wine Tales - CASCINA LA BARBATELLA

«Domenico Pera “parla” alle vigne della Barbatella, per farle crescere al meglio», confessa Lorenzo Perego.
«Sono le stesse vigne che Angelo Sonvico sottoponeva all'ascolto di Chopin, diffuso a tutto volume tra i filari». Lo stesso Chopin, tramite il suo “fortepiano”, è ancora presente nell'etichetta del “Sonvico”.
Altra storia, quella dell'antica etichetta del Ruanera, con una testa di cavallo che ricordava in modo sinistro il film “Il Padrino”: «L'importatore americano si rifiutò di commercializzarla negli Usa». Oggi, il “Ruanera” è presentato con una splendida veste, che ricorda un solco nel terreno, realizzato con un'incisione nella carta.
E alla Barbatella tengono banco i grandi progetti per il futuro, basati sulla realizzazione di vini a lungo invecchiamento: un Nizza Riserva, poi una Riserva di “Noè”, Monferrato Bianco fatto con Sauvignon e Cortese, e anche un Cabernet in purezza messo a dormire in cantina. «Tra due anni potremo gustare i primi assaggi, non ci resta che attendere».

Domenico Pera

Domenico Pera