Wine Tales

CASCINA LA GHERSA

Caduto il muro che oscurava la Barbera, se n’è accorto anche Robert Parker.

La Voce del Vino Podcast
Wine Tales - CASCINA LA GHERSA

«Se penso alla Barbera mi vengono in mente i Pink Floyd, la canzone “The Wall”: siamo passati dalla “Barbera del bottiglione” al Nizza Docg, siamo nel novero dei più grandi vini del mondo.
Abbiamo davvero abbattuto un muro di diffidenza e ostracismo che ostacolava il successo di questo grandissimo vitigno».
Se n'è accorto anche Robert Parker, che su “The Wine Advocat” ha dato 90 punti alla Barbera d'Alba Superiore “Vignassa” di Massimo Pastura, la miglior Barbera 2011 per l'autorevolissima rivista d'oltreoceano.
E non solo la Barbera: degustata e recensita, ha ottenuto 87 punti anche la Croatina.
Una bella soddisfazione, per Massimo, che deve al nonno Osvaldo l'amore per la vigna: «Si sentì male tra i filari, io ero con lui e avevo solo 8 anni. Non lo dimenticherò mai».
Ma i punteggi che più contano, aggiunge Massimo, sono quelli che si registrano direttamente in cantina, «quando qualcuno viene ad assaggiare i tuoi vini e li trova buonissimi: per un produttore, non c'è gioia più grande».
Un consiglio a tutti i piemontesi: «Vadano a trovare i vignaioli, parlino con loro, assaggino qualche bicchiere. Ne vale la pena. Finiranno per avere un approccio migliore con questo nostro mondo».

Massimo Pastura

Massimo Pastura