Wine Tales

DANIELE COUTANDIN

Quel bizzarro sommelier giapponese tra le etichette dipinte da Mario Borgna.

La Voce del Vino Podcast
Wine Tales - COUTANDIN

«Ricordo quel giorno in vigna con quel sommelier giapponese, grande esperto di vini italiani: era entusiasta, fiutava le zolle di terra trovandole “naturali” e addentava pure i funghi trovati nell'interfilare».
Ma il bello venne dopo, dice Daniele Coutandin, quando il guru nipponico scolò svariati bicchieri di Ramìe senza mai smettere di tamburellare le dita sul tavolo: «Poi l'interprete ci svelò l'arcano: nel caso ci fosse stata presenza di solforosa, avrebbe accusato dolore ai polpastrelli». Non accadde, e le libagioni proseguirono al ristorante.
Altro personaggio memorabile, il pittore e compianto amico Mario Borgna, autore della bellissima etichetta di Coutandin: «Il corvo che vi è raffigurato è un omaggio ai montanari della val Germanasca, che in passato erano chiamati “li courbàss”, i corvi».

coutandin_07_840x600