Wine Tales

LA GIRONDA

I francesi dello Champagne, sbalorditi negli anni ’80 dalla super-Barbera di Nizza.

La Voce del Vino Podcast
Wine Tales - LA GIRONDA

Susanna Galandrino si gode i tanti riconoscimenti della Gironda, dalle segnalazioni della guida Vini Buoni d'Italia per i vini eco-sostenibili (dal 2004 la certificazione ambientale Iso 14001), la “moneta” della guida Slow Wine per il rapporto qualità-prezzo, i successi del Nizza “Le Nicchie”, anche quest'anno “Vino Slow” nonché Tre Bicchieri sul Gambero Rosso: «Titoli che ci incoraggiano: nonostante la “giovinezza” dell'azienda stiamo comunque andando nella direzione giusta».
Ma la più grande soddisfazione è un'altra: «Il massimo è stato proprio scegliere Nizza per produrre questa Barbera, nel cuore di un territorio per il quale in passato si sono battute persone come Tullio Mussa di Slow Food e Angelo Sonvico della Barbatella. I suoi vini, insieme a quelli di Braida e al “Vigne Vecchie” di Vinchio Vaglio, erano immancabilmente sulla nostra tavola, negli anni '80, durante i pranzi di lavoro, quando avevamo la fabbrica di attrezzature meccaniche per l'enologia a Canelli».
Susanna ricorda lo stupore dei clienti francesi, specie quelli dello Champagne: «Quei grandi produttori erano entusiasti della nostra Barbera e si chiedevano perché in Francia, allora, fosse introvabile. E io dicevo: ci piace troppo, ce la beviamo tutta noi!».

Gironda_07_840x600