Wine Tasting

PODERI CELLARIO

Dal “vino del popolo” alla Barbera “slurp”, passando per Nascetta e Dogliani.

La Voce del Vino Podcast
Wine Tasting - PODERI CELLARIO

«Vino rustico del popolo, da bere tutti i giorni con tutti i piatti e con tutti gli amici: avanti popolo!».
Si chiama “E' Rosso” ed è una delle provocazioni di Fausto Cellario, che cita Antonio Albanese per fare il verso ai sommelier di maniera.
Grandi sorprese dalla sua cantina di Carrù, dove si vinificano anche uve di Dogliani e Farigliano.
Per La Voce del Vino, Davide Panzieri (Slow Wine) ha provato anche un “vino Slurp” come la Barbera “Sabinot Capsula Oro 2013”, nonché il delizioso e semplissimo “Langhe Dolcetto”, per poi salire tra i cru del Dogliani, dal mitico “San Luigi” al “Dogliani Superiore Cornole Dozzetti”, in cui Cellario si misura con le più importanti esposizioni di questo vitigno.
Altre sorprese da un bianco autoctono come la Nascetta, proposta nell'etichetta “Sè”, e dal “Quattro Nomi”, un bianco ottenuto da uve stra-mature (Moscato Passito, con una piccola aggiunta di Arneis).
Vini puliti, ottimi profumi. Vince la super-bevibilità, abbinata a prezzi davvero vantaggiosi.

Cellario_08_840x600