Wine Tasting

SANTA CLELIA

Sorprendenti Erbaluce, bello spumante, gran Passito. Tra i rossi, s’impone il Rox.

La Voce del Vino Podcast
Wine Tasting - SANTA CLELIA

Tappo raso, spumante e passito: la triplice natura dell'Erbaluce interpretata da Santa Clelia, azienda di Mazzè nel cuore del Canavese gestita da Sergio Dezzutto e Gabriella Piras.
Promossi a pieni voti da Davide Panzieri (Slow Wine): «Bravi, i loro vini sono precisi e ben fatti».
Apre la degustazione l'opulento “Rigore”, metodo tradizionale Erbaluce (48 mesi sui lieviti), cui seguono due Erbaluce fermi, la freschezza dell'“Ypa” e la complessità dell'“Essenthia”, quest'ultimo non filtrato.
Semplice e di facile beva il rosè “Palere”, mentre riserva sorprese il “Rox”, annata 2009, un assemblaggio di Barbera, Freisa e Uva Rara: un Canavese Rosso ancora molto vivo, a 7 anni dalla vendemmia.
E infine il “Dus”, Caluso Passito 2006, con note di Champagne e pera.

Santa_Clelia_06_840x600