News

RIAPRE IL MONASTERO DEL MOSCATO

S.Stefano Belbo, Beppe Marino recupera la cantina delle suore enologhe.

La Voce del Vino Podcast
News - IL MONASTERO DEL MOSCATO

Era il tempio del “vino da messa” fin dall'800, ma poi le suore enologhe si erano dovute arrendere alla crisi di vocazioni.
Ora finalmente riapre la cantina del “monastero del Moscato” a Santo Stefano Belbo.
Vi si trasferisce un'azienda locale, Beppe Marino: «Abbiamo già fatto domanda per poter continuare noi la produzione tradizionale del vino da messa, ma intanto ci saranno i nostri vini di Langa: Moscato d'Asti, Barbera, Dolcetto, Brachetto», racconta Maurizio Marino, fiero di rimettere a disposizione dei visitatori un pezzo di storia locale come quello delle monache-cantiniere, della congregazione delle Figlie di San Giuseppe.
«Non fu certo casuale la decisione di impiantare proprio qui una cantina per i vini bianchi destinati alle funzioni liturgiche, visto che questa è una zona tradizionalmente vocatissima: già a fine '800 su queste colline nacque l'Asti Spumante, grazie a Gancia, poi il Moscato secco da cui poi a Torino fu creato il Vermouth».

Le suore enologhe di Santo Stefano Belbo

Le suore enologhe di Santo Stefano Belbo