Le Terre del Vino

CANELLI, PATRIA DEL MOSCATO

Grandissime sorprese, dai Moscati invecchiati anche dieci anni.

La Voce del Vino Podcast
Le Terre del Vino - CANELLI, PATRIA DEL MOSCATO

Per la prima volta, anche Canelli tra gli itinerari enologici di Cantine a NordOvest, la proposta di Slow Food per incontrare i produttori direttamente in cantina.
E oltre alle grandi conferme sulla migliore sottozona del Moscato bianco d'Asti, esuberante e freschissimo, anche una grande sorpresa: il Moscato di Canelli invecchiato anche dieci anni, verso evoluzioni decisamente inattese.
Molti i produttori coinvolti, a cominciare dai primi esperimenti di aziende come Coppo a Canelli e Ca 'd Gal sulle alture di Santo Stefano Belbo.
Analoghe delizie da produttori come Paolo Avezza e Franco Penna (Cascina Barisel).
Ci crede anche Ignazio Giovine, de L'Armangia, reduce da degustazioni con Moscati addirittura del 1995 : «E' giunto il momento di proporre nel giusto modo anche questo prodotto», dicono molte aziende, messe insieme da una manifestazione ideata da Roberta Avezza e sostenuta da Slow Food, come conferma il presidente piemontese Luigi Carbonero.
Una prova convincente, quella offerta dal territorio canellese, anche per i fiduciari di Slow Food di svariate aree, come Massimo Bignardi (Vercelli) nonché Claudio De Faveri (Asti) e Andrea Zoccheddu (Gavi), ospiti della cantina di Gianmario Cerutti: «Altissima qualità dei vini e, cosa altrettanto fondamentale, della capacità di accoglienza».
Lo dimostrano anche ottime aziende al femminile, come quelle di Annalisa Bocchino e Anna Ghione.

I vigneti del Moscato di Canelli

I vigneti del Moscato di Canelli

Il team Slow Food alla partenza del giro tra le cantine del Moscato di Canelli

Il team Slow Food alla partenza del giro tra le cantine del Moscato di Canelli

Andrea Zoccheddu e Claudio De Faveri di Slow Food

Andrea Zoccheddu e Claudio De Faveri di Slow Food

Anna Ghione nella sua cantina

Anna Ghione nella sua cantina

Anna Ghione con il padre, Carlo

Anna Ghione con il padre, Carlo

Ignazio Giovine serve il suo Moscato passito

Ignazio Giovine serve il suo Moscato passito

Nella winery dell'Armangia

Nella winery dell’Armangia

Annalisa Bocchino nella sua barricaia

Annalisa Bocchino nella sua barricaia

Un brindisi con Barbera nella winery dell'azienda Bocchino

Un brindisi con Barbera nella winery dell’azienda Bocchino

Gianmario Cerutti

Gianmario Cerutti

Franco Penna di Cascina Barisel

Franco Penna di Cascina Barisel

Paolo e Gabriella Avezza coi loro Moscati invecchiati

Paolo e Gabriella Avezza coi loro Moscati invecchiati

Roberta Avezza con Gabriella Chiusano di Slow Food

Roberta Avezza con Gabriella Chiusano di Slow Food