Wine Family

OTTIN

Dal vino per autoconsumo alle etichette create da ogni singolo vigneto.

La Voce del Vino Podcast
Wine Family - OTTIN

Una storia brevissima, quella di Elio Ottin, che ha però alle spalle una lunga consuetudine di famiglia, al tempo in cui – come tradizione – i viticoltori valdostani coltivavano i loro filari per produrre vini destinati essenzialmente all'autoconsumo, più qualche bottiglia destinata alla ristorazione locale.
Poi, negli anni '80, con le nuove disposizioni e i controlli sulla vinificazione, il padre di Elio Ottin ha preferito conferire le uve direttamente in cooperativa.
Una modalità durata fino al 2007, quando Elio ha deciso di agire in controtendenza: «Sì, ho provato a vinificare direttamente le nostre uve, mettendo in bottiglia quelle della vendemmia 2007».
Dieci anni, è vero, sono pochissimi, ammette Elio, oggi affiancato dal figlio, Nicolas. «Iniziamo solo adesso a scoprire che cosa ci può dare la singola particella vitata, quali precise espressioni territoriali».
Perché è proprio questa la filosofia: far “parlare” il territorio, dando piena dignità ad ogni vigneto.

La famiglia Ottin

La famiglia Ottin