Wine Market

REVERDITO

Export, primo mercato gli Usa. E in Italia in pole position è la Toscana.

La Voce del Vino Podcast
Wine Market - REVERDITO

Chi l'ha detto che il Barolo non piace, nella terra del Brunello, del Chianti e del Nobile di Montepulciano?
«Non è strano che sia la Toscana il nostro primo mercato italiano: Nebbiolo e Sangiovese si accordano benissimo», dice Michele Reverdito. Del resto, aggiunge, «l'essenziale è stare con chi fa bene».
Unico rammarico: oltre il 90% del prodotto finisce all'estero, almeno il 35% negli Stati Uniti – poi anche in Giappone e in altri paesi asiatici, a Hong Kong, in Nord Europa.
Anche se le bottiglie vendute tra Torino, Milan e Firenze sono meno di diecimila, le ricadute sul territorio nazionale però non mancano: «Molti di noi sono produttori giovani e pieni di entusiasmo, in giro per il mondo si finisce per suscitare un interesse crescente per le nostre colline. A vincere, per fortuna, non è mai la singola azienda, ma l'intero comparto vinicolo d'eccellenza».

Reverdito_05_840x600