Le Terre del Vino

GAVI 2017

Il bianco dei colli alessandrini continua a crescere in finezza e personalità.

La Voce del Vino Podcast
Le Terre del Vino - GAVI 2017

Un signor bianco, il Gavi: non fa che accrescere le sue qualità, migliorando costantemente in eleganza e piacevolezza.
Lo conferma il successo della ventesima edizione di “Andar per Gavi”, tappa alessandrina della rassegna 2017 “Cantine a Nord Ovest” promossa da Slow Food: «Siamo contenti, così come gli oltre 250 appassionati accorsi da Piemonte, Lombardia e Liguria», dicono Giovanni Norese, Andrea Zoccheddu e Luigi Carbonero, dell'associazione fondata da Carlo Petrini: «E oltre il vino, qui a vincere è il territorio, tra colli verdissimi e palazzi storici».
Nonostante le difficoltà della vendemmia appena conclusa – ottimo raccolto, ma quantitativi limitati a causa della siccità – i produttori hanno messo in mostra i loro eccellenti Gavi 2016, insieme a novità come il rosè da Nebbiolo proposto dal Castello di Tassarolo, azienda biodinamica condotta da Massimiliana Spinola e Henry Finzi con l'aiuto di magnifici cavalli da tiro, impiegati in vigna al posto del trattore.
Biodinamica anche la Tenuta San Pietro di Giusy Cabella, con una cantina dalla bellezza mozzafiato e una sorpresa assoluta, lo strepitoso “San Pietro Rosè Brut” da uve Albarossa, spumante che conquista per aromaticità e delicatezza, struttura e femminilità.
Grandi conferme, in tema di Gavi, dalle celebri bollicine di Villa Sparina presentate dal sommelier Giansandro Moncalieri (metodo classico 100% Cortese vendemmia 2013, sboccato nel 2017), mentre nel bianco fermo – proposto accanto agli spumanti – spicca l'armonicità del Gavi della Cedraia, l'azienda ecologica di Marco Cremonini a Novi Ligure, accanto al Gavi Riserva della Mesma, ottenuto dalle vecchie viti all'ombra del monuentale Rovere Verde, di oltre 400 anni.
Tra le curiosità più apprezzate, infine, il Gavi “Terrarossa” della Zerba, prodotto da Andrea Mascherini con la criomacerazione e proposto in degustazione – accanto a una Barbera non filtrata – in abbinamento con i manicaretti cucinati da Luca Ravera, azienda La Spira di Tagliolo Monferrato specializzata in chiocciole (fritte, in spiedino e in umido) allevate in modo naturale con il disciplinare del metodo Cherasco.

Alla partenza

Alla partenza

Folla allo stand Slow Food

Folla allo stand Slow Food

Il Museo dei Campionissimi

Il Museo dei Campionissimi

Andar per Gavi

Andar per Gavi

Massimiliana Spinola, Castello di Tassarolo

Massimiliana Spinola, Castello di Tassarolo

Henry Finzi coi cavalli da tiro di Castello di Tassarolo

Henry Finzi coi cavalli da tiro di Castello di Tassarolo

Brut Rosè San Pietro

Brut Rosè San Pietro

Giusy Cabella, Tenuta San Pietro

Giusy Cabella, Tenuta San Pietro

Tenuta San Pietro, la cantina

Tenuta San Pietro, la cantina

Relax, tra un Gavi e l'altro

Relax, tra un Gavi e l’altro

Brindisi a Villa Sparina

Brindisi a Villa Sparina

Giansandro Moncalieri, Villa Sparina

Giansandro Moncalieri, Villa Sparina

Lo staff della Cedraia

Marco Cremonini alla Cedraia

Marco Cremonini alla Cedraia

Foto di gruppo alla Mesma

Foto di gruppo alla Mesma

Un brindisi con Dogliani Docg

Un brindisi con Dogliani Docg

Luca Ravera con il Gavi della Zerba

Luca Ravera con il Gavi della Zerba

Spiedino di chiocciola

Spiedino di chiocciola